Project Description

In questo mese di maggio che sembra più ottobre date le condizioni climatiche e dal momento che lo stiamo usando spessissimo, quale migliore scoperta se non quella dell’invenzione dell’ombrello?

Come spesso accade per molte delle invenzioni che usiamo più spesso e che diamo per scontate, è difficile stabilire chi abbia inventato l’ombrello.

Gli storici pensano, però, che abbia fatto la sua comparsa nei paesi dell’estremo Oriente (Cina , India o Giappone), ma non sono riusciti a stabilire in quale periodo.

Non mancano però studiosi che fanno risalire l’invenzione dell’ombrello all’ Antico Egitto: dopotutto si chiama anche “parasole”, no?

In Cina, l’ombrello era da sempre oggetto legato al culto dell’imperatore e considerato sacro.

In Giappone proteggeva i samurai, in Egitto il suo uso era concesso soltanto alle classi sociali nobili e nella Grecia Classica veniva usato dalle sacerdotesse di Dioniso.
L’ombrello è stato per molti secoli un oggetto esclusivo e di culto!
Soltanto durante l’Impero Romano, questa utile invenzione divenne un vezzoso e seducente accessorio delle donne ricche.
Per vedere l’ombrello usato in modo moderno, ossia per salvarci dalla pioggia, dobbiamo però aspettare 15 secoli, ossia fino all’Ottocento, quando diventò il più intelligente strumento per ripararsi dalla pioggia!