Descrizione Progetto

cannuccia Isinnova

La cannuccia

Non esiste succo di frutta che ne sia privo e più colorate sono meglio è: la cannuccia, sebbene sia un oggetto che ormai diamo per scontato di trovare in qualsiasi bar che si rispetti, ha una nascita tanto curiosa quanto recente. Il colpo di genio venne a Marvin Stone, impiegato in una fabbrica che produceva cartine e bocchini per sigarette: osservando tutti i giorni i tubicini di carta della produzione, pensò di utilizzarli in un modo alternativo. Si racconta, infatti, che Stone fosse abituato a bere un particolare drink alla menta dopo il lavoro utilizzando una cannuccia di erba di segale: perché, allora, non realizzare una cannuccia con materiale artificiale per gustarla meglio? Ovviamente fu necessaria qualche modifica rispetto all’intuizione originaria: il materiale delle cartine, infatti, si deformava a contatto con il liquido e inoltre il dispendio di tempo per arrotolarle a mano su una matita era eccessivo. L’utilizzo della carta da pacchi, invece, dotata di paraffina e quindi impermeabile, risultò più adatta allo scopo: il 3 gennaio 1888 Stone brevettò la cannuccia, ideando anche un macchinario arrotola cannucce per produrle in serie.

cannucce Isinnova