Disinfestazione degli allevamenti avicoli: benessere animale e sicurezza per il consumatore

L’avicoltura è un settore di grande peso per l’economia del nostro Paese: è il primo settore agricolo in grado di garantire la completa sussistenza italiana per la produzione di uova soprattutto, ma anche per la produzione di carne e copre una vasta area di esportazione internazionale a livello europeo. La prevenzione di patologie all’interno dell’allevamento avicolo è un caposaldo della nuova strategia di intervento europeo per la salute degli animali. In particolare, in seguito ai recenti episodi endemici, sono stati istituiti nuovi regolamenti nazionali e comunitari in tema di biosicurezza all’interno degli allevamenti, con lo scopo di prevenire o meglio sradicare la diffusione di patologie virali. Queste misure preventive consistono in: requisiti strutturali che i capannoni e i locali devono avere; comportamenti ai quali i visitatori e gli operatori devono attenersi; programmi di derattizzazione, disinfestazione, pulizia e disinfezione da rispettare periodicamente o ogni volta sia necessario

Il metodo tradizionale

Il sistema di disinfestazione tradizionale prevede che l’operatore passi nei corridoi e, tramite un sistema motorizzato, nebulizzi i prodotti sulle gabbie. Questa metodologia presenta diversi inconvenienti:

  • Efficacia generale del trattamento scarsa e variabile a seconda dell’esperienza e della manualità dell’operatore;
  • Il rumore della motopompa spaventa gli animali, stressandoli e influenzando la produzione di uova;
  • La struttura e la conformazione degli alloggi presenta molte parti che fungono da barriera, impedendo al prodotto nebulizzato di propagarsi efficacemente;
  • La scarsa efficacia obbliga gli allevatori ad utilizzare prodotti residuali per combattere pidocchi, con l’effetto collaterale di generare resistenza nei parassiti;
  • Numero elevato di trattamenti necessari a mantenere sotto controllo le infestazioni, con conseguenti costi in prodotti chimici e manodopera necessaria.

L’IDEA

Il nuovo sistema BREVETTATO risolve questi inconvenienti, è economico e facilmente installabile. Dopo la sua progettazione è stato montato e testato sul un impianto tradizionale da 140.000 galline con i seguenti risultati

  • Risparmio del 70% dei prodotti chimici necessari ad una disinfestazione efficace.
  • Il tempo necessario per i trattamenti è passato da 320 a 48 ore.
  • Minore mortalità dei capi.
  • Riduzione del numero di uova da destinare alla sgusciatura.

L’IDEA

Il nuovo sistema BREVETTATO risolve questi inconvenienti, è economico e facilmente installabile. Dopo la sua progettazione è stato montato e testato sul un impianto tradizionale da 140.000 galline con i seguenti risultati

  • Risparmio del 70% dei prodotti chimici necessari ad una disinfestazione efficace.
  • Il tempo necessario per i trattamenti è passato da 320 a 48 ore.
  • Minore mortalità dei capi.
  • Riduzione del numero di uova da destinare alla sgusciatura.

Guarda il servizio realizzato da Teletutto sul nostro brevetto e scarica l’articolo del Giornale di Brescia

I dettagli del progetto sono riservati. Sei interessato all’idea? Scarica la presentazione e contattaci per ulteriori informazioni!

SCARICA LA PRESENTAZIONE