IL PROBLEMA

Attualmente sul mercato non esistono indumenti protettivi sufficientemente compatti e leggeri che possano fornire protezione ai ciclisti in caso di urti e cadute.

Le protezioni esistenti sono spesso molto ingombranti e pesanti e quindi non idonee ad un uso amatoriale o professionale.

La maggior parte dei ciclisti non professionisti tende a non indossare protezioni poichè scomode e pesanti.

Così facendo la media dei ciclisti per un fattore di comodità rinuncia alla sicurezza esponendosi ad un rischio maggiore in caso di caduta.

Attualmente sul mercato non esistono indumenti protettivi sufficientemente compatti e leggeri che possano fornire protezione ai ciclisti in caso di urti e cadute.

Le protezioni esistenti sono spesso molto ingombranti e pesanti e quindi non idonee ad un uso amatoriale o professionale.

La maggior parte dei ciclisti non professionisti tende a non indossare protezioni poichè scomode e pesanti.

Così facendo la media dei ciclisti per un fattore di comodità rinuncia alla sicurezza esponendosi ad un rischio maggiore in caso di caduta.

LA SOLUZIONE

Il progetto riguarda la realizzazione di un indumento protettivo da indossare durante le uscite in bicicletta, sia in percorso urbano, sia sportivo. La sua ideazione deriva dalla volontà di commercializzare un indumento che sia di semplice utilizzo e al contempo resistente e leggero. La chiave di questo progetto è riuscire a fornire una protezione ovviando all’inconveniente dell’ingombro.

Il progetto riguarda la realizzazione di un indumento protettivo da indossare durante le uscite in bicicletta, sia in percorso urbano, sia sportivo. La sua ideazione deriva dalla volontà di commercializzare un indumento che sia di semplice utilizzo e al contempo resistente e leggero. La chiave di questo progetto è riuscire a fornire una protezione ovviando all’inconveniente dell’ingombro.

L’idea consiste in uno scudo protettivo a celle compatte che può essere indossato sopra o sotto i tradizionali capi d’abbigliamento tecnici. Quando non viene utilizzato ha dimensioni molto ridotte (paragonabili a quelle di uno smartphone). Può essere gonfiato ad aria tramite pompa per bicicletta o direttamente a fiato. Tramite una valvola di tenuta oltre ad ottenere un vero e proprio airbag, si può garantire anche una barriera termica, visto che l’aria è uno dei migliori isolanti.

SCARICA LA PRESENTAZIONE